Ultime Ricette
Loading...
,

Baklava

Share on Google Plus

Un dolce che non si sanno le sue origini precise.La preparano in molti paesi,Turchia Arabia,Grecia,Albania e Bulgaria e ogniuno con un metodo diverso e con qualche ingrediente in piu o in meno.Questa ricetta e di mia mandre che una ricetta  evoluta perche la vechia tradizione della Baklava era piu semplice.100 sfoglie di pasta a filo,asciute nel temperatura ambiente per un giorno poi unte con poco olio di semi tra loro.
In Albania la preprano per le feste di fine anno,questo dolce e un po come il panettone che si fa una volta al anno.In questo periodo mia madre preprara teglie e teglie di questo dolce perche a lei li viene molto buono cosi la prepara per i nostri parenti .Io mi ricordo che tutta la nostra casa a questo tempo del anno,sa di burro,cannella,noci e chiodi di garofano.Quando ero piccola insieme alla mia sorrela ci addormetavamo sotto le luci del albero con il profumo di questo dolce che invadeva la casa.Mia mamma che stava li vicino al forno fin'alla tarda notte aspentando che baklava si cuocesi.
Vi lascio con la ricetta e spero che saro chiara nel spiegarlo.Credetemi che e piu facile prepararla che spiegarla. :)




INGREDIENTI:per una teglia grande 40 cm
Per l'impasto:
1 kg di farina 00
5 tuorli d'uvo temperatura ambiente
1 bicchiere di olio di semi
1 bicchiere di latte
1 bicchiere di yogurt
Per il ripieno:
1 kg di noci denocciolate
1 tazza da caffe di zucchero
750 gr di burro sciolto
Per lo sciroppo:
2 kg di zucchero
1.5 lt di acqua
1 baccha di cannella
chiodi di garofano
pocco acido citrico 
PREPARAZIONE:
Fatte la classica fontana con la farina e formate un bucco nel centro.Butate dentro i tuorli e mescolateli con la forchetta,quindi miscate latte,olio,yogurt e iniziate a compore l'impasto con le mani.Quindi lavoratelo per bene e lasciate coperto con un caravacio per 30 minuti in un posto asciuto.
Aiutatevi con maizena a rendelo piu lavorativo.Quindi fatte 4 tagli uguali lavoratelo con le mani facendo prendere la forma allungata di un bastone.Quindi ricavate delle piccole palline della dimensione di una noce.Devono risultare 90 piccole palline.Con il mattarello e la maizena stendete le piccole palline nei discetti.Poi unite i discetti in 3 pezzi per ogniuno.Devono rizultare 30 piccoli disceti.Poi sempre con l'aiuto della maizena  stendete la sfoglia a dimesione della teglia.Lasciateli asciugare per un ora se avete tempo.Se no ,procedete con l'altra fase.
Rompete con le mani i noci e uniteli allo zucchero.
Iniziate a compore la teglia imburrata.Fatte un strato con la prima sfoglia,ungetela con poco burro sciolto,unite  un altra sfoglia alternando sempre con del burro sciolto fin che avrete steso nella teglia 10 sfoglie.Fatte un strato di noci.Stendete  ancora 10 sfoglie ungendole con burro tra di loro.Fatte un altro strato di noci e infine stendete le altre 10 sfoglie rimanenti come sempre alternando con del burro tra di loro.Taglitela a rombi e versate sopra il burro rimanente.
Quindi infornate nel forno a 140° per 3-4 ore.Passato 2 ore e mezzo lo alzate una scala nel forno cosi non si brucera.Passato 3 ore e mezzo e lo vedete ancora non cotta sopra lo alzate al gradino di mezzo nel forno.Lo lasciate ancora un po.Per capirla se e cotta togliete piano un sfoglia nel mezzo della baklava e lo strofinate nella palma della mano.Se diventa farinosa e cotta,quindi se e anche ambrata sopra dopo 3 ore mezza e cotta.Lasciate nel forno spento che si riposi e si raffredda.
Preparate il sciroppo sciolendo nel acqua lo zucchero con acido citrico ,lo mettete sul fuoco con le bacche di canella e chiodi di garofano.Calcolate che lo dovete lasciare 10 minuti dopo che prende bollore.Toglietelo dal fuoco e lo lasciate che si rapprende per 10 minuti.
Versatelo sopra il dolce ormai freddo.Lo dovete consumare il giorno dopo.Quindi tutti i profumi e le sfoglie della Baklava siano completamente unte di scirippo e profumate.
Se non capite qualcosa basta chiedermelo.








 Buone Feste :)

You Might Also Like

2 commenti

  1. si capisce benissimo e deve essere anche ottima! Complimenti a te e alla mamma.

    RispondiElimina

ABOUT



Salve, mi chiamo Uarda Shahinaj ma tutti mi chiamano Ada e quindi Adda's All da dove prende spunto anche il nome del mio amato blog dove ogni giorno condivido la cucina di casa mia, il mio mondo, un po di me. Io sono albanese e mi scuso in anticipo con voi per gli errori che faro nella scrittura. Nella mia lingua scrivo di cibo per alcune riviste e siti albanesi. E tutta questa passione e amore per il cibo ha dato vita ad un sogno, il mio libro #jetodashuroushqehu che in italiano il titola fa, Vivi, ama, mangia.
Per il sito in lingua albanese visitate www.addasall.com


Blog Archive