Ultime Ricette
Loading...

Una mini guida di Palma di Maiorca

Share on Google Plus



La Maiorca era molta costosa, prezzi esageratamente alti e non come alle altre isole spagnole che ho visitato.
Ogni spiaggia bella sopratutto a Formentor i parcheggi  erano a pagamento 10 euro tutto il giorno. Un tramezzino a Caja Major 4.50 euro e Palma un panino 5 euro. Prezzi di paella per persona iniziavano a 20 euro in su,  un caffe al latte 4.50 euro e un tortino al cioccolato 8 euro. Un mojito 6.50 -9 euro ma in generale si mangiava bene da qualsiasi parte ma il cibo vero spagnolo lo dovevi cercare.
ACcapderpera il locale "Pura Vida" faceva il miglior mojito che io ho mai provato,  al centro il bar "Llonguets"dopo che avevi mangiato o consumato una birra grande ti portavono una caraffa di sangria tutta colorata.
Non dimenticate di provare" L'Ensaïmada" il dolce tipico del posto.
I negozi gastronomici che ti ofrovcno anxhe un spazzio dove potevi consumare i prodotti erano davero stupendi, poi il vin bianco spagnolo era un spettacolo.
Le spiaggie pubbliche li trovavi da per tutto ma quelle belle erano fuori citta e vi conviene di noleggiare un auto per girare un po e magari vedere anche la parte dei paesini che sono davero stupendi. Io adoro le loro case di pietra, con il muretto davanti e poi tutto intorno gli alberi da frutta o le palme.
Nei hotel sono relativamnete i prezzi alti, abbiamo alloggiato a hotel Feliz, staff cortese e  hotel offriva anche la colazione gratis.
Il cibo piu buono in citta come ci hanno suggerito il Ca'n Manolo e che davero faceva una paella stupenda, i pesce era buono e fresco. Prezzi? Costosissimo.
Non dimenticate i bar dei Tapas che secondo me sono un ottima scelta per consumare un pasto, specie li che tutto costava. Ti offrono varie possibilità e prezzi migliori che al ristorante.
Vi lascio con la galleria della foto.








































A presto :)

You Might Also Like

0 commenti

ABOUT



Salve, mi chiamo Uarda Shahinaj ma tutti mi chiamano Ada e quindi Adda's All da dove prende spunto anche il nome del mio amato blog dove ogni giorno condivido la cucina di casa mia, il mio mondo, un po di me. Io sono albanese e mi scuso in anticipo con voi per gli errori che faro nella scrittura. Nella mia lingua scrivo di cibo per alcune riviste e siti albanesi. E tutta questa passione e amore per il cibo ha dato vita ad un sogno, il mio libro #jetodashuroushqehu che in italiano il titola fa, Vivi, ama, mangia.
Per il sito in lingua albanese visitate www.addasall.com


Blog Archive