Ultime Ricette
Loading...
,

Gliko-Dolce con le bucce d'anguaria

Share on Google Plus




Spolverando le schede vecchie  di fotografia ho trovato questo dolce che ho fatto al inizio stagione delle angurie ma non so perche mi sono dimenticata di postarlo.E un dolce albanese.Gliko e un termine di cottura che si fa con frutti diversi in acqua e calce.Questa procedura mantiene i frutti croccanti durrante la cottura e  con la loro forma.Quindi il dolce di oggi e una dolce particolare con le bucce d'anguaria.Si fanno anche la marmellata con le bucce d'anguaria ma oggi li ho portati in una maniera piu sfiziosa.

INGREDIENTI:
1 kg bucce d'anguaria
1 kg di zucchero
2 bicchieri d'aqua
100 gr di calce
per aromatizzare:
 un fiore che non so il nome ne in italiano, ne in inglese.Metto la foto sul fondo del post cosi mi aiutate voi.In albanese si chiama Barbaroza
PREPARAZIONE.
Per questa preparazione e meglio se si usanole bucce spessa della anguaria .Pulite le bucce d'anguaria da eventuali parti rosse e dalla pelle, quella verde.Quindi li pottete tagliare alla forma che desiderate di piu,triangolare,stella,cuore oppure e rettangolare o cubetti come ho fatto io.
Lasciateli  in ammollo in abbondante acqua mescolata con calce per almeno 1-2 ore.Piu ci stanno  piu diventano croccanti.
Quindi sciacquate molto bene.Meterli in una ampia pentola con lo zucchero e l'acqua quindi fatte bollire nel fuoco basso per circa 20 -30 minuti.Aromatizzate con quel fiore che vi ho parlato sopra e che metto la foto in fine oppure in mancanza con chiodi di garofano.Ma quel fiore li da quella particolarità che caratterizza questo dolce albanese.Dopo di che spegniete e lasciate che si  raprende per 30-40 minuti.Ripetete questa operazione per 3 volte di seguito finchè lo sciroppo sia addensato e le bucce siano cotte.Quindi lasciate raffreddare e mettete nel frigo.
Sinceramente non lo so perche si cuoceva per intervali diversi ma cosi la faceva mia nonna,cosi la fa mia mandre e cosi lo facio io.Adesso che la scrivo mi viene in mente che non glielo chiesto mai il perche?!
Quindi servite freddo
Il risultato sara cubetti come cristalli di vetro .Per lo sciroppo dipente dai gusti se si vuole con tanto o con poco.  Io la lascio un po tropo cosi  lo spalmo come miele sopra le fette di pane e burro a colazione.


PS:Questo e il fiore di qui vi parlavo.La foto e presa dal web



You Might Also Like

5 commenti

  1. I am vacationing in Albania and came across these leaves today. They use them to flavor desserts and they smell very good. I'm not completely sure, but from my research, I believe it is a geranium, Pelargonium graveolens:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Pelargonium_graveolens

    (Please forgive my poor Italian. I used Google to translate this.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks a lot for the name of the flower.How was your vacation in Albania?
      PS:Don't worry for the italian even i ,dosen't right it very well. :P

      Elimina
  2. Io sono in vacanza in Albania e sono imbattuto in queste foglie oggi. Li usano per aromatizzare dolci e sentono l'odore molto buono. Io non sono completamente sicuro, ma dalla mia ricerca, credo che sia un geranio, Pelargonium graveolens.

    (Si prega di perdonare il mio povero italiano. Ho usato Google per tradurre questo.)

    http://en.wikipedia.org/wiki/Pelargonium_graveolens

    RispondiElimina
  3. il fiore si chiama cvece rozetla forse non ci avete pensato ma bastava un clic con il pulsante destro del mouse e selezionare cerca l'immagine su google

    RispondiElimina

ABOUT



Salve, mi chiamo Uarda Shahinaj ma tutti mi chiamano Ada e quindi Adda's All da dove prende spunto anche il nome del mio amato blog dove ogni giorno condivido la cucina di casa mia, il mio mondo, un po di me. Io sono albanese e mi scuso in anticipo con voi per gli errori che faro nella scrittura. Nella mia lingua scrivo di cibo per alcune riviste e siti albanesi. E tutta questa passione e amore per il cibo ha dato vita ad un sogno, il mio libro #jetodashuroushqehu che in italiano il titola fa, Vivi, ama, mangia.
Per il sito in lingua albanese visitate www.addasall.com


Blog Archive