Ultime Ricette
Loading...
,

Pomodori verdi fritti

Share on Google Plus


Sono dei finger food molto originali e saporiti. La ricetta è tratta dal libro "Green fried tomatoes at the whistle stop cafe" di Fannie Flage, il quale successivamente è diventato anche un film. Una storia meravigliosa, un film bellissimo tratto da questo libro da brivvidi e anche una ricetta originale da cucina.
Oggi ve la propongo, e sono sicura che vi rimarranno impressi come lo stesso film e anche il romanzo. Un'esplosione di sapori che io vi invito di farmi sapere se lo realizerette. 
Alla fine del romanzo, l'autrice  narra la questa ricetta, ma non ha l'aggiunta delle uova e  la frittura viene fatta con il burro. I pomodori verdi, una varietà particolare, si consumano solo cotte, perchè sono  senza succhi e semi. Non vanno assolutamente mischiati con i pomodori accerbi. 
In questa ricetta però, possoni essere usati i pomodori non maturati, e duri. Con il passar del tempo, nella ricetta si sono aggiunti nell'impasto le uova e la frittura con l'olio piuttosto del burro, per ottenere una cucina più leggera.

INGREDIENTI:
4 pomodori verdi
1 uovo
100 gr di farina 00
100 gr di farina di mais fioretto
1 cucchiaino di zucchero
olio di arachidi per friggere
sale e pepe nero q.b
PREPARAZIONE:


Lavate i pomodori e tagliate ognuno fette spesse 1 cm circa ,metteteli su una scolapasta salateli e lasciate così per circa 30 -40 minuti, in modo che perdano un po d'acqua di vegetazione.
Quindi addagiate su una superficie piata e tamponate i pomodori con la carta da cucina.Sbattete l'uovo con poco sale e pepe nero.Mescolate le due farine con lo zucchero.Quindi passate prima nel uovo poi nella farina e friggete nel abbondante olio caldo.Scolate e metterli su una piatto con della carta assorbente per togliere l'olio in eccesso.
Servite subito.
 Buon Appetito :)

PS: giu vi lascio due parti  del film che mi piacciono di piu.



You Might Also Like

0 commenti

ABOUT



Salve, mi chiamo Uarda Shahinaj ma tutti mi chiamano Ada e quindi Adda's All da dove prende spunto anche il nome del mio amato blog dove ogni giorno condivido la cucina di casa mia, il mio mondo, un po di me. Io sono albanese e mi scuso in anticipo con voi per gli errori che faro nella scrittura. Nella mia lingua scrivo di cibo per alcune riviste e siti albanesi. E tutta questa passione e amore per il cibo ha dato vita ad un sogno, il mio libro #jetodashuroushqehu che in italiano il titola fa, Vivi, ama, mangia.
Per il sito in lingua albanese visitate www.addasall.com


Blog Archive